| TRATTAMENTO SHIATSU
Tecnica di digitopressione giapponese che agisce sulla vitalità dell’individuo nel raggiungere un equilibrio energetico, col mantenimento di un generale benessere psicofisico.
 Per:
 Price:

Lo shiatsu (da shi=dito e atsu=pressione) diffuso in Giappone sin dal VI secolo, è una pratica manuale che stimola nel ricevente ( “U K E” = colui che riceve con rispetto) un processo di autoguarigione (il corpo reagisce da solo).
Attraverso questo trattamento manuale durante i quali vengono effettuate pressioni sostenenti, costanti e perpendicolari sul corpo del ricevente avvalendosi soprattutto dei polpastrelli, ma anche di gomiti, ginocchia e palmi delle mani, l’operatore (“TORI”= colui che opera nel rispetto) contatta la vitalità (“KI”) del ricevente favorendone il suo fluire naturale. La forza vitale, o “KI”, è la capacità che ogni organismo ha di mantenere un equilibrio e di mantenere stabili le sue funzioni vitali.
Questa disciplina affonda le sue radici nelle forme manuali e di massaggio tradizionali cinese, come lo am-ma, lo an-fa, il tuina. Gli operatori lo promuovono come un modo per coaudiovare l’efficacia delle cure classiche, aiutare il rilassamento e l’energizzazione, affrontando la diminuita capacità auto-immune dell’organismo che fattori come lo stress e la depressione aumentano.
I primi avvenimenti shiatsu iniziarono con il teate, che tradotto dal giapponese significa letteralmente “mani su” e nel vocabolario di oggigiorno significa anche “trattamento”. Da tempi antichi, gli umani sapevano istintivamente che si può sopprimere il dolore mettendo una mano sopra l’area interessata.
Questo tipo di leggende non è limitato al Giappone, ma è stato il risultato dello sviluppo di tecniche manuali in tutto il mondo, come il massaggio in Europa e l’anma in Cina (chiamata tui-na nella Cina contemporanea).
A partire dal VI secolo giunsero e si stabilirono in Giappone dei monaci buddhisti che favorirono una larga diffusione dei principi della Medicina Tradizionale Cinese (M.T.C.) e ne costituiscono il fondamento teorico.
Dopo secoli di diffusione, nel 1911 venne emanata una legge che riconosceva ufficialmente l’agopuntura, l’an-ma e la mo-xa.
La stessa legge lasciava la possibilità di praticare anche altre forme di trattamento non riconosciute e questo avrà una particolare rilevanza nella nascita e nello sviluppo iniziale del metodo shiatsu.
Infatti nel 1964, una nuova normativa definì lo shiatsu come una forma di cura autonoma distinta dalle altre tecniche.
Cominciano così a ricoprirsi di prestigio le prime scuole specifiche per il suo insegnamento e tra queste quella creata nel 1940 da Tokujiro Namikoshi, che ha avuto il merito di essere stato il primo a dare una organizzazione didattica essenziale alla metodologia shiatsu.
Successivamente il Maestro Shizuto Masunaga, inizialmente collaboratore di Namikosci, ha elaborato una metodologia shiatsu che si basa sulla visione energetica del ricevente in quanto persona, fondando l’Associazione di Shiatsu Iokai.

 

PRENOTA SUBITO UNA SEDUTA DI TRATTAMENTO SHIATSU

Luglio 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234